Consigle e suggerimenti

Tutela dell’ambiente – accensione ecologica

La legna è una risorsa rinnovabile al 100% . Le nuove camere di combustione consentono di recuperare sino al 90% dell’energia prodotta e ridurre in maniera sostanziale le emissioni nocive rispetto alle vecchie stufe. La combustione pulita delle stufe deve essere conforme ai requisiti di emissione di cui alla norma norvegese NS 3059. Le stufe in pietra ollare hanno una tecnica di combustione tale da ottenre un risparmio della legna con conseguente abbassamento delle polveri sottili. Tutti i nostri modelli di stufe in pietra ollare sono certificati dal laboratorio accreditato SINTEF secondo le norme norvegesi NS 3059 ed alla norma di prodotto europea EN 13240.

L’utilizzo della legna quale combustibile è raccomandato dalle associazioni ambientaliste.

Utilizzare legna secca

La legna da utilizzare deve avere un tenore massimo di umidità pari al 18 – 20%. La prova empirica per verificare se un legno è secco consiste nel prendere due pezzi di legna e percuoterli:

  • Se il suono è acuto e squillante la legna è secca
  • Se il suono è cupo la legna è umida oltre il consentito

Nella legna secca sono sempre presenti delle crepe. Utilizzate pezzi di legna della dimensione in sezione massima 5/10 cm; se utilizzate pezzature maggiori la combustione risulterà difficoltosa e con temperatura bassa. E’ vietato utilizzare come materiale di combustione truciolare, plastica, legna trattata /verniciata. La vostra stufa non è un inceneritore ed utilizzando materiali non autorizzati causerete emissioni di fumi tossici ed alte temperature all’interno della stufa che si danneggierebbe.

Tecniche di combustione – accensione corretta

Il modo corretto per accendere una stufa è da sopra la catasta di legna. In questo modo le emissioni di polveri sottili si riducono notevolmente aumentando il rendimento. Quando la legna inizia a bruciare emette grandi quantità di gas nocivi. Questi gas attraversano la fiamma già presente nella parte superiore depurandosi delle particelle nocive per effetto della maggiore temperatura.

Con questa tecnica si preserva notevolmente l’ambiente e si consuma meno legna.

Come utilizzare una stufa in pietra ollare

Per riscaldare velocemente ed in modo efficiente la vostra casa vi raccomandiamo di procedere come segue : normalmente usate 2-3Kg di legna alla volta ripetendo i carichi per due – tre volte al giorno.

1. Utilizzate solo legna secca.
2. Realizzate una catasta di legna incrociando i pezzi all’interno della camera di combustione ponendo i pezzi di legna piu’ grossi sotto, scalando verso l’alto quelli sottili. Accendente la legna dall’alto con degli accendi fuoco.
3. Lasciate socchiusa la porta fintanto che la fiamma risulti bella viva. La legna brucerà dall’alto verso il basso a temperature elevate e la vostra stufa si riscalderà in circa 30 minuti.
4. Mantenete l’aria di combustione aperta per tutta la combustione. Questo faciliterà una combustione pulita ed efficiente.
5. Aggiungere eventuale altra legna solo quando la fiamma non sarà più presente. La stufa raggiungerà il suo apice di calore dopo circa due/ tre ore.
6. Alla fine del periodo di combustione in assenza di fiamma potrete procedere alla chiusura del registro dell’aria. La stufa in pietra ollare vi irraggerà calore per circa dodici ore.

Efficenza energetica della vostra abitazione

Maggiore sarà il grado di isolamento termico della vostra abitazione maggiore sarà il rendimento energetico della stufa in pietra ollare, ad esempio con i nuovi standard costruttivi la richiesta di potenza energetica per il riscaldamento di una abitazione si è ridotta notevolmente. Una stufa in pietra ollare di circa 300 kg potrà essere utilizzata per riscaldare anche tutta la vostra casa.

Pedana salva pavimento

La pedana salvapavimento con una larghezza minima frontale di cm 30 deve essere posizionata in presenza di pavimentazione infiammabile per Norma di sicurezza.

Peso

Le stufe con peso sino a kg 400 possono essere posizionate su solai in corrispondenza degli appoggi. Eventualmente è possibile interporre tra la stufa ed il pavimento una piastra in metallo per ripartire il carico.

Nel caso di stufe di pesi maggiori contattate il rivenditore specializzato o un tecnico specializzato.

Ventilazione, camino

Tutte le stufe e caminetti devono avere un corretto apporto di aria per la combustione in modo da non creare fumo. Le norme impongono un foro nell’ambiente con sezione minima di ingresso aria dall’esterno che potrà essere evitato collegando direttamente la stufa attraverso una tubazione per l’ingresso dell’aria.

Le stufe in pietra ollare hanno elevati rendimenti e basse temperature dei fumi di scarico. Il dimensionamento del camino in funzione della stufa ad esso collegato sarà effettuato dal tecnico specializzato all’installazione. Un camino non idoneo potrà essere pericoloso per la vostra salute, incendiarsi ed immettere gas nocivi in ambiente.

Lasciatevi consigliare dal rivenditore.

Posa in opera della stufa

Le nostre stufe vengono assemblate a secco senza uso di collanti nella vostra abitazione riducendo al minimo i tempi di posa in opera. L’uscita dei fumi può essere superiore o posteriore ed eventualmente come optional laterale. Il diametro di uscita fumi è di mm 130. I rivenditori vi potranno offrire la massima professionalità nella posa in opera e al collegamento per mezzo di tubazioni idonee al camino.

La posa in opera è soggetta al rilascio della Dichiarazione di Conformità secondo quanto previsto dal DM. 37/2008.

Quando una stufa è nuova

La pietra ollare con la quale è realizzata la stufa contiente dell’acqua quando è nuova, la quale dovrà essere gradatamente espulsa. Nelle prime accensioni procedete inserendo una modica quantità di legna sottile e lasciate la porta socchiusa fino alla fine della combustione. Ripetete questa operazione per quattro o cinque giorni dopo di che potrete procedere chiudendo la porta. Qualora nei primi giorni di accensione fuoriesca dell’umidità all’esterno della stufa di colore grigio scuro questa potrà essere rimossa con acqua e sapone neutro o con della carta abrasiva fine. Eseguite quest’ultima operazione di pulizia solamente quando la stufa non farà fuoriuscire ulteriore umidità. Fate attenzione ad utilizzare legna secca e di piccole dimensioni. Cleaning and

Pulizia e manutenzione

La superficie esterna della stufa può essere pulita con un panno umido. In caso di sporco difficile procedere con l’abrasione con spugnetta o carta abrasiva molto fine. Eventuali piccoli danni potranno essere stuccati con il kit di riparazione compreso nella fornitura. Eseguite periodicamente la pulizia all’interno della stufa e del camino rivolgendovi a tecnici autorizzati.